18° SALONE DELLE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE DEI TERRITORI

Agroalimentare Italiano: nel 2021 record di vendite nei mercati esteri

I dati Istat sull’andamento dell’export nei primi dieci mesi del 2021 sono stati accolti con grande soddisfazione dal settore agroalimentare italiano. Il commercio estero ha registrato, infatti, un balzo da record dell’11% (per un valore stimato di 52 miliardi di euro, entro la fine del 2021).

Nonostante le conseguenze della pandemia sugli scambi commerciali e le restrizioni che, a livello mondiale, stanno mettendo a dura prova il settore della ristorazione, continua a crescere l’interesse dei Paesi esteri nei confronti del cibo italiano.
Nel periodo che va da gennaio a ottobre 2021, la Germania si conferma il primo Paese importatore di prodotti enogastronomici italiani, con un incremento del 6%, seguita dagli Stati Uniti (+15%) e dalla Francia (+7%). Anche il mercato russo (+14%) e quello cinese (+39%) hanno registrato un trend positivo di richieste.

Ma i primati non riguardano solo l’export. L’agricoltura italiana, infatti, con i suoi 80.000 operatori, detiene la leadership europea nel biologico e ha il maggior numero di specialità Dop/Igp/Stg riconosciute (316), nonché 526 vini Dop/Igp e 5.333 prodotti alimentari tradizionali. L’Italia, inoltre, vanta il primato per la coltivazione della gran parte dei prodotti che compongono la dieta mediterranea, e questo è uno dei tanti motivi per cui i mercati esteri continuano ad affidarsi alla qualità del Made in Italy.

Fonte: https://www.italianfoodnews.com/

Correlati