18° SALONE DELLE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE DEI TERRITORI

Riso Scagliotti: un pezzetto di storia nella Pianura Vercellese tra riso, nebbie, aironi e tarabusi.

L’Azienda Agricola Scagliotti nasce dalla passione di Edoardo, che a soli 18 anni, appena completata la maturità, decide di sfruttare un’opportunità importante e di rendere il suo interesse per l’agrotecnica un lavoro. Sperimentazione e ricerca continua caratterizzano il lavoro di Scagliotti che oggi propone diverse qualità di riso per ogni preparazione.

L’azienda Scagliotti segue un ciclo di produzione completo sin dalle prime fasi, dalla selezione del riso per ricavarne il futuro riso da seme per garantire il 100% della qualità.
Le fasi della coltivazione iniziano in febbraio con la preparazione dei terreni, per preparare un ottimo letto di semina. La semina, fase da affrontare con estrema cura, ha inizio in aprile, ed è effettuata sia in acqua che con una nuova tecnica in asciutto. Durante la Vegetazione della pianta una tecnica ancora oggi usata è la “monda”, utilizzata per eliminare le erbe infestanti grazie al lavoro attento e scrupoloso delle “mondine”. A Settembre il riso è giunto a maturazione e – attraverso la trebbiatura – viene raccolto e portato in azienda per poi essere immesso negli essicatoi per l’abbattimento dell’umidità. Dopo averlo fatto riposare il risone è pronto per ricevere una lavorazione di qualità.

Nella fase di lavorazione si trasforma il riso grezzo in riso bianco, utilizzando le sbiancatrici coniche a pietra Minghetti. La sbiancatura avviene in modo lento e delicato ed è ancora oggi
considerata la migliore perché mantiene i chicchi più “ambrati” integri ed uniformi con tutti i suoi valori nutrizionali. Tutte le grane verdi, le rotture ed i difetti, vengono eliminati accuratamente tramite selezionatrici ottiche per ottenere un riso di elevatissima qualità.

Dai campi coltivati con amore alla vostra tavola: il riso di Azienda Scagliotti vi aspetta a il BonTà, da sabato 26 a lunedì 28 novembre 2022.

Correlati